ESERCITAZIONE DI PROTEZIONE CIVILE DEL 03 MARZO 2013

Domenica mattina,10^ Treviso Marathon quasi al via, 1300 Volontari dislocati lungo il percorso, che quest’anno per il decennale avrà tre partenze, noi siamo pronti, il dislocamento degli operatori radio è stato pianificato, le radio consegnate, il briefing con i vari coordinatori eseguito.

La Prefettura convoca e apre il CCS ed anche qui siamo pronti, sembra che tutto stia andando liscio senza particolari sorprese, ma ……… , l’ultima parola spetta come sempre alla natura, e al controllo remoto la stazione ripetitrice di copertura non funziona,  (mancanza rete elettrica ), dopo le avventure dei giorni scorsi sembra veramente troppo, ma in ogni caso alle 7.30 la squadra è pronta a partire direzione Cesen, (ci sembrava di essere appena rientrati) mancano ancora due ore alla partenza e quindi ce la possiamo fare, la sala radiomobile si sta preparando, e si attivano le varie funzioni.

Alle otto, come pianificato tutto funziona, CCS operativo, Sala Radiomobile pronta, ( la copertura radio era comunque garantita dal sistema di riserva ), i coordinamenti di zona operativi, e le 60 postazioni radio lungo il percorso prontissime, qualche problema di collegamento, che  potrà essere risolto solo con l’arrivo della squadra in postazione in montagna, nel frattempo la segreteria inizia il suo lungo lavoro di accreditamento dei Volontari, a questo punto non ci rimane che aspettare.

Carovane di apertura della manifestazione una ad una partono dalle tre diverse partenze, verso l’unico arrivo di Treviso, alle 9,45 anche i concorrenti prendono il via, la nostra squadra sta risalendo a piedi la montagna, (la strada è coperta da due metri di neve) dieci del mattino, postazione raggiunta, UPS guasta, qualche indicazione via radio per l’attivazione della stazione con un collegamento di emergenza, e tutto si riaccende, a questo punto tutto gira come una vera orchestra, il segnale gps delle radio, il collegamento senza difficoltà di tutte le postazioni, è veramente una grande soddisfazione, la macchina operativa messa in campo funziona a meraviglia.

La maratona pian piano sta andando verso il capoluogo, e le sorprese non sono finite, al rientro gli operatori in montagna sono stati bloccati da una slavina e hanno dovuto abbandonare la radiomobile a 1400 mt di altitudine, la sala operativa ha predisposto il rientro con una seconda auto, e finalmente alle 17 tutti a casa.

Desidero, dopo questa lunga spiegazione dei fatti, Ringraziare Tutti i Volontari che con la loro opera hanno permesso lo svolgersi di questa Prova, che nonostante e proprio per le difficoltà è stata una vera e propria Esercitazione di Protezione Civile, Ringrazio in Particolare tutti gli Operatori del S.E.R. di Treviso, a partire da quelli dislocati lungo il percorso,  quelli con funzione di coordinamento, senza dimenticare quelli di Sala Operativa e Segreteria al Gruppo Radio dell’Advanced Team Provinciale, e per finire a tutti gli Operatori che da pianura hanno assistito via radio Gruppo Radiotecnico nelle varie uscite in montagna, tutte queste componenti, provenienti da realtà associative diverse, hanno consentito insieme di superare questa grande prova,…..Grazie di Cuore.

Porto a voi tutti il Ringraziamento a me giunto per la prova, dalle Nostre Autorità di Protezione Civile.

Il Presidente F.I.R. – S.E.R. del

Coordinamento Provinciale TLC di Treviso

Bisetto Mauro

 

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. Cookies impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information